5 QUESTIONS TO...
Leave a Comment

PEPITE PER TUTTI

Schermata 2016-04-01 alle 09.01.23Ilaria, Milanese dell’Umbria, ama i dolci, gli smalti colorati, lo yogurt greco, la bossanova e adora curiosare alla scoperta di posti sempre nuovi per stupire gli amici. Insieme a suo marito Andrea, sono i fondatori di Pepite per tutti, un blog, una guida, un punto di riferimento per chi vuole esplorare Milano, ma non solo, sotto ogni punto di vista. Da quasi un anno, hanno lanciato una nuova e assolutamente deliziosa social breakfast in città, #pepiteacolazione, e un’applicazione, Milano per Tutti, nella quale sono racchiuse tutte le loro pepite sulla città.

  1. Ciao Ilaria, adoro le tue foto, soprattutto quelle delle colazioni! Qual è il posto a Milano dove preferisci farla?

A Milano ci sono tantissimi posti in cui fare una colazione con i fiocchi, ma sicuramente, quella del Principe di Savoia è davvero unica. Ha solo un inconveniente, ci sono talmente tante cose buone da scegliere che praticamente rischia di diventare un pranzo!

 

  1. E quando organizzi le tue social breakfast, pepite a colazione, cosa non può mancare in tavola per una colazione perfetta?

Sono una fan della colazione dolce, ma tantissime persone amano anche la versione salata, per cui sulla tavola delle #pepiteacolazione c’è un po’ per accontentare i gusti di tutti: quiche e plum-cake salati, ma anche biscotti e torte. Quello che non manca mai è il caramello salato, lo yogurt e la frutta fresca, oltre a un bel caffè americano! Ah, e poi il tempo per godersela in santa pace, senza preoccuparsi dell’orologio o di fare tardi.

Schermata 2016-04-01 alle 08.59.37

  1. Che cosa consiglieresti di vedere assolutamente a chi visita Milano per la prima volta? A parte il Duomo, se no sarebbe troppo facile, una delle tue pepite?

Assolutamente da visitare, durante una delle giornate di apertura, l’Albergo Diurno, una vera e propria scoperta che era stata dimenticata ormai da qualche anno. Altrimenti Milano ha tanti angoli verdi bellissimi ma meno conosciuti come quello all’interno della Casa degli Atellani oppure il Vivaio Arena, che vale la pena anche solo per un giretto in mezzo a piante e fiori, a due passi dalle Colonne di San Lorenzo.

 

  1. Il tuo ristorante del tuo cuore?

Ne ho due, molto diversi tra loro, ma in cui amo andare spesso perché mi sento sempre ‘accolta’, coccolata e non da ultimo, perché mangio sempre bene. Uno è Il Pasto Giusto, più conosciuto come ‘La Gnoccheria’: oltre trenta piatti a base di gnocchi e uno chef che è davvero magico perché si ricorda tutto dei suoi clienti, perfino quello che hanno ordinato la prima volta che sono stati nel suo ristorante, facendoli sentire sempre speciali. Consiglio gli gnocchi di carote al basilico, sono ottimi! Il secondo è A Casa Eatery, perché, nonostante abbia un’anima fresca e giovane, propone piatti che sanno di casa in un contesto bellissimo. Qui consiglio gamberi alla conza tutta la vita e…la prenotazione!

 

  1. So che ami anche viaggiare, qual è la cucina internazionale che preferisci?

A costa di sembrare scontata, la cucina giapponese resta la mia preferita. Non parlo tanto di sushi&co. ma soprattutto dello street food che abbiamo sperimentato durante il viaggio in Giappone di qualche tempo fa: dalle polpettine di polpo (tako) ai panini cotti al vapore e ripieni di carne e verdure assaggiati a Takayama, una cittadina dove abbiamo lasciato il cuore.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s