Dinner Milan, EAT, Milan, Milan
Leave a Comment

GONG, ORIENTAL ATTITUDE A MILANO

Mi ricordo quando l’anno scorso vivevo in Corso Concordia, nel palazzo accanto a Gong. Quando il locale era ancora in ristrutturazione, io ci passavo davanti e pensavo “chissà che cosa faranno in questo bellissimo spazio…”. Eh sì, lo spazio è davvero bello, ho sempre pensato che in un altra vita avrei potuto aprirci un café. Ha ampie vetrate  e una parete in mattoni che fa molto loft newyorkese, di cui sono innamorata. Poi hanno aperto questo ristorante cinese ed è stato subito un successone: Gong era sempre pieno, a pranzo e a cena, tanto che, quando tornavo a casa di sera, mi arrabbiavo perché non trovavo mai parcheggio! E’ passato un po di tempo dalla sua apertura ma, finalmente, ho avuto il piacere di provarlo e mi rimprovero per non esserci andata prima! Gong è un ristorante cinese diverso dagli altri, è elegante e accogliente allo stesso tempo. E’ guidato da Giulia Liu, che con la sua famiglia ha rivoluzionato il concetto di cucina orientale di qualità a Milano, e dallo chef Keisuke Koga, di origine giapponese, ma con esperienza nelle cucine di tutto il mondo. Il risultato è un mix di cultura e tecnica cinese e sapori tutti orientali. Mi è piaciuto molto perché, oltre al buon cibo, ha tutte le caratteristiche di un ristorante di alto livello, i piatti sono molto curati, elaborati, ben presentati e saporiti ma l’ambiente è particolarmente accogliente e tranquillo: non bisogna preoccuparsi di parlare a bassa voce o di presentarsi con camicetta e tacco 12. Se ci siamo capiti. Io ho assaggiato l’antipasto Fritto Dorato, uno spiedino di foie gras fritto, in doratura, con confettura di cipolle rosse e riduzione di sherry, perfettamente cotto e, per quanto possibile, abbastanza leggero. Ho proseguito con un misto di Dim Sum, con zafferano, nero di seppia, verdure, barbabietola rossa e gamberi, e continuato con il Black Cod al forno con salsa al miso, mentre la mia compagna ha ordinato il Pekin Duck, piatto che di rado mi capita di vedere su un menù in Italia. Dulcis in fundo: Cheesecake, che cosa se no? Servita praticamente scomposta, con un crumble di biscotto, fragole, e una salsa ai frutti rossi a parte. Tirando le somme, una cena davvero ottima e ad un prezzo più che onesto (50 euro a testa, con tre calici di Brut). Già non vedo l’ora di tornarci!

gong foiegong peking

GONG-Black-code-1080x721

photo credit cibettiamo.it

gong

If you are looking for a oriental restaurant in Milan, Gong is definitely one of those that differentiate itself from the others. I remember when it opened, last year in March. I was still living in that area of the city and every time I walked in front of this restaurant it was always full. I finally tried it last night. It’s a very beautiful place, I love the bricks on the walls that remind me to a NY’s loft. What I like of this place is that even if the location is quite elegant, the atmosphere is very comfortable. You’re not supposed to wear high heels or fashionable clothes. The chef, Keisuke Koga, is Japanese but he experienced in many restaurants around the world. This take his kitchen to be a mix of oriental culture. The dishes are well prepared and very tasty. I tried some dishes like Fritto Dorato, fried foie gras, some Dim Sum, very flavorful and well cooked, and the Black Code with miso sauce. It was absolutely delicious!

The price? Not so high as I thought. Quite regular for the Milanese standard: one starter, one main course, one dessert and a glass of wine costed 50 euros.

 

www.gongmilano.it 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s